Code: Coupon Code

×

Ribes nero (Ribes nigrum) per infiammazioni e allergie, non solo stagionali: ne esaminiamo proprietà, controindicazioni, interazioni farmacologiche e dosaggi efficaci.

Ampiamente sfruttato in campo alimentare e dall'industria liquoristica (dove è più noto con il nome francese di cassis), il ribes nero è una pianta preziosa anche per le sue virtù salutistiche.

Le proprietà del ribes nero e i suoi ambiti di azione

Ribes nigrum è un rimedio utilizzato in naturopatia e in medicina naturale innanzitutto allo scopo di regolare la reattività allergica e di modulare l'infiammazione sottesa a molteplici e diversificati disturbi.

Forse con persino troppa enfasi, per la sua azione il ribes nero è spesso definito l'antistaminico naturale, se non addirittura il cortisone naturale.

Il ribes nero trova quindi impiego in condizioni di salute quali riniti, oculoriniti, congiuntiviti, asma, dermatiti, orticaria, ma anche stati influenzali, mal di gola, bronchiti e dolori muscoloscheletrici, ovvero in tutte quelle circostanze in cui sia presente una componente infiammatoria, generale o locale, più o meno importante.

Il macerato glicerico di Ribes nigrum: Tra le preparazioni più diffuse è apprezzate c'è sicuramente Ribes nigrum gemmoderivato (anche chiamato macerato glicerico o macerato glicerinato o, ancora, meristemoderivato o gemmoterapico), un prodotto erboristico in forma liquida ricavato dalla macerazione delle gemme di questa pianta. In prevenzione, ad esempio delle allergie primaverili, possono essere sufficienti 50 gocce in una sola somministrazione giornaliera. Per migliorare la risposta allergica non va trascurata la salute di un organo fondamentale: il fegato.

L'olio di ribes nero in perle, ottenuto invece dai semi della pianta e ricco di acidi grassi essenziali della serie omega 3 e omega 6, è forse meno conosciuto rispetto al macerato glicerinato, ma altrettanto interessante e sicuramente preferibile per coloro che non tollerano o non possono consumare nemmeno il modesto contenuto di alcol del gemmoderivato o che manifestano un'ipersensibilità alimentare ai lieviti e alle sostanze fermentate. Lo si trova in vendita sotto forma di integratore alimentare in perle, in genere da 500 milligrammi.

Per quel che riguarda controindicazioni, effetti collaterali e interazioni di Ribes nigrum, il trattamento con questo fitoterapico è in genere sicuro, compatibile con terapie farmacologiche concomitanti e può essere protratto per diverse settimane.

Il ribes nero viene proficuamente assunto anche in sinergia con altri rimedi naturali ad azione antinfiammatoria e antiallergica.

(Fonte – lucaavoledo.it)

<- TORNA AL BLOG